martedì 27 giugno 2017

“FORZA NUOVA: GIUNTA AL CAPOLINEA AL COMUNE DI SASSARI”.


La remissione delle deleghe da parte degli ultimi quattro assessori in carica della giunta comunale segnano il capolinea politico e amministrativo di Nicola Sanna dopo mesi di tensioni tutte interne alla propria maggioranza.

"Le ultime dimissioni rappresentano la fine di un progetto politico targato Partito Democratico che si è dimostrato, fin da subito, pieno di errori, sottovalutazioni e dilettantismo da parte di tutti gli amministratori coinvolti e soprattutto della dirigenza PD", dichiara Gianluca Sechi, responsabile di Forza Nuova per la provincia di Sassari.

"Il sindaco Sanna è il maggior responsabile di un'azione politica inefficace ed assente, che ha pesantemente danneggiato importanti settori quali l'ambiente, i servizi sociali e la cultura" continua Gianluca Sechi. "Il risultato è la perdita del ruolo guida di Sassari nel territorio e l'abbandono di importanti opere pubbliche, quali il centro intermodale ed il potenziamento della metro leggera, tutte opere strategiche con fondi già stanziati. A questo va aggiunta l'incapacità di rilanciare il litorale di Platamona ed il perseguimento di una politica economica in grado quanto meno di arginare la crisi in cui versano molte attività commerciali, un tempo fiore all'occhiello della nostra città", continua Gianluca Sechi. 

"L'unica soluzione" - conclude Gianluca Sechi - "è quella di staccare definitivamente la spina al moribondo, convocare al più presto nuove elezioni e lasciare la parola agli elettori, che di sicuro sapranno "premiare" questi ultimi anni di governo PD con una sonora e meritata sconfitta".

A cura dell'Ufficio Stampa - Coordinamento Regionale Forza Nuova Sardegna.

Per informazioni:

Email: sardegna@forzanuova.info 
Tel. 346.8334473
Facebook: Forza Nuova Sassari
Sito: www.forzanuovasardegna.info

domenica 25 giugno 2017

"FORZA NUOVA: NON SI FERMANO GLI SBARCHI SULLE COSTE DEL SUD SARDEGNA".


Ancora immigrati che scelgono come destinazione la Sardegna: nel 2016 sono stati oltre nove mila, il doppio rispetto all'anno precedente.

Sull'argomento, Riccardo Bosa, responsabile di Forza Nuova per la provincia di Cagliari, dichiara: "Oltre ad i numeri in crescita, la convivenza non è stata sempre facile, come testimoniano i numerosi casi di furti e scippi messi in atto da immigrati da poco sbarcati. Una situazione pronta ad esplodere, non esente da legittime proteste, come quella dei genitori villacidresi, che non sono d'accordo con la proposta del comune di formare delle classi di alfabetizzazione per immigrati adulti nei locali delle scuole elementari, non curandosi della tutela dei minori".

"Spesso si parla degli episodi che si verificano nella città di Cagliari, ma vogliamo ricordare anche i recenti fatti di cronaca capitati in provincia, con vari furti e scippi avvenuti fra Decimomannu ed Assemini, dove sono stati portati in gran numero gli ultimi immigrati sbarcati".

Conclude Riccardo Bosa: "Dopo lo strappo sullo "ius soli" ed il recente cambio di rotta sul tema immigrazione della dirigenza Cinque Stelle, auspichiamo che proprio ad Assemini il sindaco grillino Puddu inizi a dare risposte concrete alle crescenti preoccupazioni dei suoi concittadini e si attivi per contrastare questa imposizione prefettizia di concentrare immigrati nel territorio comunale".

A cura dell'Ufficio Stampa - Coordinamento Regionale Forza Nuova Sardegna.

Per informazioni:

Email: sardegna@forzanuova.info 
Tel. 380.7181332
Facebook: Forza Nuova Cagliari
Sito: www.forzanuovasardegna.info

mercoledì 21 giugno 2017

"FORZA NUOVA: MACOMER DICA NO AL MODELLO DI FINTA ACCOGLIENZA".




Continuano gli arrivi incontrollati di immigrati nella provincia di Nuoro: la rete Sprar, cui ha già aderito il capoluogo barbaricino, è stata recentemente approvata dal Consiglio comunale di Macomer. Nell'arco di pochi giorni si pronunceranno gli altri Comuni del Marghine, a cominciare da Borore. 
Secondo Mauro Deledda, responsabile di Forza Nuova per la provincia di Nuoro, "C'è un'incredibile discrasia fra la Giunta comunale e la collettività: mentre il Consiglio vota all'unanimità, i cittadini di Macomer appaiono spaesati, o talvolta nettamente contrari. Basta addentrarsi nei bar del paese per capire come la popolazione sia a dir poco scettica: sono gli stessi giornalisti a raccontarlo". "Il Nuorese", continua Mauro Deledda, "non può sopportare un'invasione di queste proporzioni: dopo il pessimo esempio del sindaco nuorese, anche il Consiglio comunale macomerese appare disposto a barattare la propria identità per un piatto di lenticchie".
Anche a Macomer, dunque, si opterà per la cosiddetta "micro-accoglienza", in modo da coinvolgere i cittadini, dietro il solito corrispettivo in danaro. Per Mauro Deledda, "Un'elemosina doppiamente squallida, in quanto molti, spinti dalle ristrettezze economiche, cederanno e saranno disposti ad ospitare gli immigrati a casa propria. In pratica si tratta di un ricatto bello e buono. Per fortuna non tutti i politici sono favorevoli e molti stanno esprimendo pubblicamente il proprio dissenso". 
In conclusione: "Il vecchio trucco di presentare il fenomeno migratorio come una panacea contro lo spopolamento dell'entroterra non convince più nessuno. Sappiamo bene che questa vergognosa tratta di esseri umani è sostenuta da tutti coloro che da essa traggono profitto: cooperative (rosse e bianche), imprenditori senza scrupoli, scafisti e ovviamente le famigerate ONG. La nostra posizione è chiara: chiunque cerchi di monetizzare i flussi migratori, approfittando della situazione di diffusa povertà, è complice dei trafficanti di esseri umani".

A cura dell'Ufficio Stampa - Coordinamento Regionale Forza Nuova Sardegna.

Per informazioni:

Email: sardegna@forzanuova.info 
Tel. 371.3550647
Facebook: Forza Nuova Nuoro
Sito: www.forzanuovasardegna.info