giovedì 23 marzo 2017

“FORZA NUOVA: QUESTA NON E' INTEGRAZIONE, QUESTA NON E' ACCOGLIENZA”.


Nei primi tre mesi dell'anno, sono già stati più di duecento gli immigrati che sono arrivati nelle coste sarde con le cosiddette “carrette del mare”. Come se non bastasse, ritornano anche gli sbarchi forzati e di massa: la nave “Siem Pilot” è nuovamente attraccata al molo Ichnusa di Cagliari, col suo carico di circa novecento disperati in cerca di una vita migliore.

"In primavera ci aspettavamo le rondini, invece ora il fenomeno migratorio ha un altro soggetto: gli uomini” dichiara Riccardo Bosa, responsabile provinciale di Forza Nuova per Cagliari che continua: “facciamo chiarezza, la “Siem Pilot” batte bandiera norvegese e non si capisce quale sia l'interesse nel traghettare uomini dal largo delle coste libiche, ben lontano dal “canale di Sicilia”, per portarli in Italia. Qual'è il legame ed il rapporto con i trafficanti di esseri umani? Ancora, secondo il diritto marittimo chi viene soccorso in mare deve essere portato in salvo nel porto più vicino, che in questo caso non sono né Lampedusa, né tanto meno Cagliari.”

In conclusione: “si parla raramente e senza la giusta attenzione dei disagi quotidiani conseguenti a questi ingenti e continui sbarchi di immigrati, ma la gente comune fa i conti sempre più spesso con paure e preoccupazioni crescenti. Per le vie del centro cittadino, si sono moltiplicati i reati commessi da immigrati: spaccio, scippi, furti e risse sono all'ordine del giorno nelle zone limitrofe al porto, luogo preferito per il bivacco, tanto che dopo le 22.00 le stesse vie diventano quasi deserte, una sorta di “coprifuoco” preventivo, generato dalla paura di subire qualche tipo di violenza”.

A cura dell'Ufficio Stampa - Coordinamento Regionale Forza Nuova Sardegna.

Per informazioni:

Email: sardegna@forzanuova.info 
Tel. 380.7181332
Facebook: Forza Nuova Cagliari
Sito: www.forzanuovasardegna.info