martedì 2 febbraio 2016

“NO AGLI IMMIGRATI NELLA CASERMA DI PRATO SARDO”.


La caserma di Prato Sardo, nella zona industriale di Nuoro, torna a riaccendere le polemiche.
In prossimità dell'ormai teorica inaugurazione, è giunta una notizia a dir poco sorprendente: a quanto pare, la caserma non ospiterà i militari della Brigata Sassari, ma imprecisati “migranti”, provenienti da luoghi indefiniti. Altrettanto indefinito è il loro numero.
Il tutto, dopo una riunione del “Tavolo di coordinamento regionale sui flussi migratori non programmati”, che sostanzialmente si occupa di sparpagliare i migranti qua e là, in vari punti dell'Isola.
A questo punto, si prevede un cambio di destinazione d'uso, analogamente a quanto è avvenuto con l'ex Artiglieria (la vecchia caserma), che, a seconda del colore politico della Giunta, avrebbe dovuto ospitare il Campus universitario e, cpaltatrice hanno fatto il resto. La nuova struttura, completata negli ultimi anni, consta di 27 mila metri cubi e avrebbe accolto, secondo le previsioni, oltre 250 soldati, più un centinaio di civili.
Ma ora, oltre ai possibili problemi di ordine pubblico (già creati dagli immigrati praticamente in tutti i Centri di Permanenza della Sardegna), ciò che preoccupa maggiormente è il danno economico: al di là della sgradita presenza delle forze Nato, i militari avrebbero comunque garantito un aumento dei consumi (con un sicuro indotto a beneficio della città).
Tenendo conto che lo Stato continua a chiudere tutti i presidi pubblici del Nuorese, questa decisione, se venisse confermata, avrebbe il sapore della beffa.
E le sinistre? Storicamente ostili alla presenza di questa caserma, in passato hanno organizzato mobilitazioni, deplorando (non a torto, a onor del vero) l'eccessiva militarizzazione del territorio: ora però cambia tutto.
Con l'arrivo degli immigrati, questa caserma potrebbe perfino diventare “simpatica”.


A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Nuoro.
 
Per informazioni:
Email: nuoro@forzanuova.info 
Tel. 333.8281517   
Facebook: Forza Nuova Sardegna    
Sito: www.forzanuovasardegna.info