martedì 27 ottobre 2015

“RIFORME ISTITUZIONALI, LA REGIONE SNOBBA IL NUORESE”.

Nell'incontro organizzato dal Comune di Nuoro per discutere la riforma degli Enti locali, il dibattito è stato acceso. Tra i partecipanti, l'assessore agli Enti locali Cristiano Erriu, il costituzionalista Omar Chessa (Università di Sassari) e ovviamente il Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, oltre ad altri Sindaci e politici locali. Erriu, tanto per intenderci, è colui che ha partorito questa riforma, in conformità a quanto deciso da Del Rio a livello nazionale. Verranno ripristinate le vecchie province e ci sarà un'unica Città metropolitana (Cagliari), che per Erriu è l'unica ad avere i requisiti (soprattutto demografici) per diventare tale.
Ma, come sottolineato da Chessa, la contraddittoria creazione di un'unica Città metropolitana porterà a concentrare tutte le risorse nel solo capoluogo regionale, come d'altronde è stato fatto fino ad oggi. Per Chessa, l'ideale sarebbe stato istituirne almeno due-tre, seguendo il modello siciliano. Tra l'altro, con la riforma di Erriu non ci saranno i presupposti per il superamento dell'istituzione-Provincia, dato che il territorio delle suddette Città metropolitane coinciderà grossomodo proprio con quello delle vecchie Province.
In più, lo stipendio dei precari, dipendenti e lavoratori delle società in house verrà garantito solo fino al 31 dicembre: dopo questa data, non c'è niente di certo, poiché, come ha ricordato lo stesso Erriu, tutte le Province hanno sforato il patto di stabilità. Lo stesso Roberto Capelli, politico nuorese, pur non essendo ostile alla riforma, ha ammesso l'inutilità di realizzarla, vista la storica mancanza di decentramento amministrativo in Sardegna.
La Giunta Pigliaru, insomma, nonostante la propaganda e le belle parole, si ostina a perpetuare il trend negativo delle vecchie Amministrazioni regionali: accentramento di tutti i servizi a Cagliari (in barba al principio di sussidiarietà) e relegamento dell'entroterra in una posizione defilata, anche dal punto di vista politico.
L'immediato futuro è prevedibile: l'entroterra, base etno-storica e culturale della Sardegna, sarà condannato allo spopolamento ed all'isolamento.


A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Nuoro.
  
Per informazioni:
Email: fn-nuoro@email.it
Tel. 333.8281517   
Facebook: Forza Nuova Sardegna    
Sito: www.forzanuovasardegna.info