domenica 16 agosto 2015

“QUARTU SANT'ELENA - DELUNAS: UNA STORIA “LUNGA” SEI MESI”.


Tutto ebbe inizio nel febbraio di quest'anno, quando i cittadini quartesi, o meglio i tesserati PD di Quartu, previo pagamento di 2€, attraverso le “elezioni primarie” scelsero Stefano Delunas come candidato sindaco per la coalizione del centro-sinistra.
Dopo svariati mesi di pressante campagna elettorale, alla chiusura dei seggi il 31 maggio, la sua vittoria non sembra poi così certa, tanto da arrivare al ballottaggio il 14 giugno con Contini, candidato del centro-destra.
Per una manciata di voti, Delunas riesce a spuntarla ed ebbe così inizio la sua esperienza come sindaco della terza città della Sardegna.
Come ogni sindaco appena eletto, finiti i festeggiamenti della vittoria, Delunas inizia a circondarsi dei suoi fedelissimi ed a dare le prime cariche da assessori, in vista della formazione del nuovo consiglio comunale.
Iniziano così i primi mal di pancia della direzione provinciale del Partito Democratico e di quella regionale che, come il nome “democratico” indica, voleva imporre al sindaco neo-eletto i nomi decisi dai capi.
Delunas però prosegue nel suo progetto fino a quando, a causa di una visita medica, risulta assente al terzo consiglio comunale.
E' stato, forse, il pretesto da parte dei consiglieri PD (su ordine della direzione regionale) per voltare le spalle al sindaco, scelto dai militanti del Partito Democratico prima e dai cittadini quartesi poi.
Da Soru ai consiglieri comunali eletti, tutto il PD volta le spalle a Delunas e ne prende le distanze, dichiarando che nessun assessore e nessun progetto per la città avrebbe avuto il benestare del partito.
Situazione che immobilizza il lavoro del consiglio comunale e fa perdere tempo preziosissimo all'amministrazione quartese per qualche mese fino ai primi giorni di agosto, quando il neo sindaco Delunas, ormai con le spalle al muro, è costretto a dare le proprie dimissioni irrevocabili.
L'amministrazione del Comune di Quartu Sant'Elena è ora in stallo: chi ne paga le conseguenze peggiori sono ovviamente i cittadini quartesi, penalizzati ancora una volta dalle beghe interne dei partiti. Questa volta di quello “Democratico”.

A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Cagliari.

Per informazioni:
Email: fn-cagliari@email.it
Tel. 380.7181332
Sito: www.forzanuovasardegna.info
Facebook: Forza Nuova Cagliari