domenica 5 luglio 2015

“ZONA FRANCA, UNA REALE OPPORTUNITA'?”.


Il neosindaco di Nuoro Andrea Soddu, fresco di nomina, ha sùbito posto l'accento su quello che è stato, per lui, un punto programmatico: la realizzazione di una Zona Franca nel capoluogo barbaricino.
Secondo Soddu, i tanti(e gravi) problemi della città, dalla crisi occupazionale allo spopolamento sempre più allarmante, potrebbero essere risolti, o perlomeno attenuati, mediante una fiscalità di vantaggio.
L'idea in sé non è sbagliata e certamente non è una novità: l'ormai ex sindaco Bianchi ha avuto il torto di liquidarla, frettolosamente, come una”sciocchezza” e chissà se questa sua posizione può aver contribuito all'esito del ballottaggio.
Sorgono spontanee, però, alcune domande.
E' mai possibile che i politici sardi abbiano una visione tanto limitata da proporre, costantemente e a prescindere dallo schieramento cui appartengono, sempre lo stesso tema (che, ribadiamo, è interessante, ma ultra-inflazionato)?
Visto che Andrea Soddu è un outsider ed è stato appoggiato da quattro liste civiche che comprendevano molti giovani (spesso senza alcuna esperienza politica), perché non ha avuto il coraggio di presentare proposte davvero “fresche” ed innovative?
Soprattutto, l'ipotesi della Zona Franca è davvero attuabile o si tratta della classica sparata demagogica, che non verrà mai messa in pratica?
Soddu, a detta sua, vorrebbe ispirarsi al cosiddetto “Piano Sulcis”, finalizzato, a suo tempo, a rilanciare l'economia dell'allora provincia di Carbonia-Iglesias.
I nuoresi, nel frattempo, attendono.

A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Nuoro.
 
Per informazioni:
Email: fn-nuoro@email.it
Tel. 333.8281517   
Facebook: Forza Nuova Sardegna

Sito: www.forzanuovasardegna.info