domenica 26 aprile 2015

“LA LEGALITA', SECONDO ZEDDA”.

Da ormai più di sei mesi la sede staccata della scuola media “Manno” in via Lamarmora, è stata occupata da un gruppo di studenti universitari di un noto centro sociale cittadino, che chiede più spazi culturali per l'università e più alloggi per gli universitari.
La scuola occupata è abbandonata da diversi anni in quanto molto vecchia e non più a norma per ospitare gli alunni.
L'azione, inizialmente condannata dalle forze dell'ordine, ha poi avuto il benestare dell'amministrazione comunale, culminata con la visita del primo cittadino e del preside della scuola, che hanno accolto con entusiasmo la protesta.
Va ricordato che la gestione delle scuole elementari e medie è di competenza comunale e che quindi, eventualmente, sono l'amministrazione comunale, o il preside, a dover denunciare alla Magistratura eventuali ipotesi di reato.
Va ricordato anche lo zelo con cui l'amministrazione comunale cagliaritana ha fatto sgomberare delle abitazioni considerate inagibili o abusive (ultimo in ordine temporale “Medau su Cramu”), lasciando per strada decine di cagliaritani.
Nel febbraio scorso alcune famiglie, che avevano occupato alcune abitazioni nel quartiere di Sant'Elia, sono state sgomberate su disposizione della Magistratura previa denuncia dell'amministrazione comunale e dell'AREA, che non ha perso tempo ad esprimersi in modo duro contro chi, per necessità, ha cercato di dare una casa alla propria famiglia.
L'occupazione di immobili pubblici o privati, è un reato.
Se chi cerca di dare una vita dignitosa alla propria famiglia commette un reato, evidentemente anche quelle decine di ragazzi che in modo inappropriato protestano, stanno commettendo un reato.
Ma la questione più preoccupante, è il comportamento dell'amministrazione cittadina che continua a far finta di nulla ed a incentivare l'illegalità.
Nella scuola sono infatti in funzione i servizi idrici ed elettrici, che sono, ovviamente, a carico del Comune e quindi dei cagliaritani.
L'amministrazione comunale ha il diritto ma soprattutto il dovere di intervenire per prendersi carico della gestione e riqualificazione di suoi immobili, modificando, ad esempio, la destinazione d'uso della scuola “Manno” ad alloggi popolari, per andare incontro alle esigenze dei cagliaritani (studenti e non) in difficoltà ed in questo modo aiutarli a non commettere reati, se pur per bisogno.

A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Cagliari.

Per informazioni:
Email: fn-cagliari@email.it
Tel. 380.7181332
Sito: www.forzanuovasardegna.info
Facebook: Forza Nuova Cagliari