sabato 28 febbraio 2015

“PIANO URBANISTICO, QUALE FUTURO PER LA CITTA'?”.


Proclami entusiastici, grida di giubilo, e addirittura, per la Giunta comunale, raggiungimento di un “risultato storico”.
Apparentemente, sembrerebbe un evento straordinario,invece si tratta solo dell'approvazione del Puc di Nuoro.
E' da segnalare, tuttavia, che il capoluogo barbaricino attende il Puc da più di vent'anni (sembra incredibile, ma è così).
Nel 1993, infatti, l'incarico di redigere il Piano era stato affidato all'architetto Portoghesi, il quale, dopo insormontabili ostacoli burocratici, aveva rinunciato.
Con il via libera regionale, si aprono, in effetti, nuovi scenari.
I progetti in cantiere sono ambiziosi: si va dalla riqualificazione delle strutture ricettive del Monte Ortobene, al recupero del quartiere di Testimonzos (le cui problematiche erano legate alla lottizzazione abusiva, e nel quale saranno i residenti a doversi attivare, consorziandosi e proponendo al Comune un piano di risanamento), passando per la realizzazione di una cittadella sportiva a Tanca 'e s'Ena e di un parco urbano a Tanca Manna (dove, a dire il vero, un parco esiste già, e andrebbe solo ripulito e valorizzato).
In alcune di queste zone ci si avvarrà dello strumento della compensazione, in altre si opterà per la perequazione.
Se, in Consiglio,l'Opposizione ha deprecato la totale inutilità di avviare una cementificazione in una città che accusa un vistoso calo demografico, il sindaco Bianchi ha replicato che il Puc è volto proprio ad arginare lo spopolamento.
Restano molti dubbi, e l'aleatorietà di questi progetti( peraltro decisamente ambiziosi) non lascia ben sperare.
Paradossalmente, Bianchi, con questo colpo di coda, ottenuto in prossimità della scadenza del suo mandato, potrebbe acquisire un grosso vantaggio dal punto di vista elettorale, in una città dove la Sinistra è già storicamente maggioritaria.
Ma i cittadini dovrebbero riflettere attentamente su questi ventidue anni buttati al vento.
Ventidue anni in cui, a Nuoro, ha governato quasi sempre la Sinistra, divisa tra interessi dei vari partiti e diatribe dei singoli esponenti.
Le assurde lungaggini della Regione, guidata a turno da Destra e Sinistra, hanno fatto il resto.

A cura della Federazione Provinciale di Forza Nuova Nuoro.
 
Per informazioni:
Email: fn-nuoro@email.it
Tel. 333.8281517   
Facebook: Forza Nuova Sardegna
 
 
Sito: www.forzanuovasardegna.info