mercoledì 19 febbraio 2014

“REGIONALI 2014: CAMBIA TUTTO PER NON CAMBIARE NULLA”


Le elezioni regionali della Sardegna premiano come governatore il Professor Pigliaru.
Perché ha vinto il centro-sinistra?
Grazie all’effetto novità-entusiamo-rottamazione del nuovo premier  Renzi e grazie ad un programma (per chi l’ha letto) più concreto e meno illusorio dell’avversario Cappellacci.
Perché ha perso il centro-destra?
In cinque anni di governo Cappellacci, in Sardegna si sono viste più parole che fatti e tutta la campagna elettorale del centro-destra è stata ancora una volta incentrata su promesse irrealizzabili, con la presunzione di avere già la vittoria in tasca.
Nonostante questo cambiamento di rotta politica in Regione, anche le buone intenzioni del Professor Pigliaru resteranno solo sulla carta: a causa di leggi statali e direttive europee su bilancio e spesa pubblica, l’azione di governo regionale, per attivare gli unici due canali per la ripresa (investimenti e occupazione), sarà castrata sul nascere.
Fino a qui, tutto nella norma della vita politica sarda.
Il  vero dato significativo e che richiede un’attenta riflessione sono le cifre dell’astensionismo: un elettore su due non è andato a votare.
Gli scandali e le inchieste giudiziarie che hanno coinvolto più di sessanta consiglieri di tutti i partiti delle ultime due le legislature, la delusione e la disillusione verso la politica tradizionale, il malcontento generato dalla crisi per le promesse non mantenute, il disprezzo verso i privilegi della “casta” sono le ragioni principali dell’astensione.
Ma esiste anche un astensionismo cosciente e consapevole da parte dei cittadini sardi, che si sono resi definitivamente conto che l’alternanza centro-destra e centro-sinistra, sul modello nazionale, sia ormai una farsa.
Ciò che conta davvero è la capacità di ascolto e di iniziativa nei confronti delle esigenze reali provenienti dal territorio e dalle comunità, ma soprattutto serve il coraggio per andare contro questo sistema economico ed uscire da questo modello imposto da Bruxelles, che impoverisce i sardi ed i popoli europei.
C’è tanto da fare per ricostruire la Sardegna.
Tanti auguri professor Pigliaru. Ne avrà davvero bisogno.

A cura della Segreteria Regionale di Forza Nuova per la Sardegna.

Per informazioni: 
Email: sardegna@forzanuova.org 
Tel. 380.7181332 
Sito: www.forzanuovasardegna.info
Facebook: Forza Nuova Sardegna