mercoledì 9 ottobre 2013

"SVILUPPI IN ASIA ORIENTALE"

L’intelligence Sud Coreana ha confermato che la Repubblica Democratica Popolare di Corea ha riattivato il reattore nucleare di Yongbyon da circa due mesi: lo ha riferito martedì  l’agenzia di stampa Sud Coreana “Yonhap”.
Il reattore sarebbe stato riattivato nel mese di Agosto, secondo indiscrezioni dei servizi d’intelligence Sud Coreani.
Il capo dei servizi segreti Sud Coreani, Nam-Jae-Joon, ha riferito all’Assemblea Nazionale martedì.
Il reattore inattivo dal 2008 si trova a 90 km da Pyongyang, capitale della Corea del Nord.
Questo avviene nei giorni in cui sono in corso esercitazioni militari congiunte Statunitensi, Sud Coreane e Giapponesi, che hanno suscitato la reazione di Pyongyang, la quale ha ammonito sul rischio di un atrocecatastrofe, in cui incorreranno le sue truppe che parteciperanno alle manovre militari.
La questione è stata dibattuta anche alla conferenza dell’ASEAN, associazione dei paesi dell’Asia Sud Orientale, che si è tenuta nel Brunei.
Nella zona è presente anche il  sottomarino a propulsione nucleare Americano “George Washington”.
Il Giappone ha concesso un sito per la rilocazione della base Americana dell’Isola di Okinawa.
Questo nonostante gli attriti che oppongono il governatore della prefettura di Okinawa Hirokazu Nakaima.
Il governo Giapponese ha fatto presente al governatore gli accordi intercorsi in seguito agli incontri fra i Ministri degli Esteri e della Difesa dei due paesi, avvenuti la settimana scorsa.
E’ previsto il trasferimento dei Marines di Okinawa a Guam entro il 2020 e la riduzione dei voli diaddestramento militare nei cieli dell’Isola.
Il governo degli Stati Uniti ha garantito al Giappone informazioni sui processi che coinvolgono militari Statunitensi accusati di violenze ad Okinawa.
Nakaima ha detto che apprezza gli sforzi del Governo, ma esprime comunque frustrazione e contrarietà nei riguardi del progetto di rilocazione della base di Futenma, ribadendo la proposta di spostare la base fuori dalla prefettura di Okinawa.

A cura di A. Cerina Dini
 
Per informazioni:
Email: sardegna@forzanuova.org
Tel. 380.7181332
Sito: www.forzanuovasardegna.info
Facebook: Forza Nuova Sardegna